Home » I'm a Bruce Springsteen travelin' fan » Il magico mondo di Walmart #Walmart

Il magico mondo di Walmart #Walmart

walmart-storefront-1920

Durante il soggiorno per il concerto ad Hartford, Connecticut, ho messo in programma non la visita di questa frizzante e ricca metropoli (ahem) ma una mattinata da Walmart. Walmart in America è considerata una multinazionale dei superstore ma da poracci, che vende cose proprio a poco, e si contende le spese di noi veri poracci a suon di discount con Target (che vende merce sì a poco prezzo ma con una certa pretenziosità) e Costco, che ha davvero costi bassissimi ma all’ingrosso, e quindi per noi turisti falla nel momento in cui non ti puoi portare a casa tre mega vasi di olive a un dollàro. A me piace andarci innanzitutto perchè vedi un pezzo di vera America, a volte brutta, zozza e ignorante, a volte simpatica e allegra, a volte povera e a volte semplicemente -peffottuna- normale.

Poi, da Walmart ci vado sempre volentieri per fare spese per me, perchè trovo di tutto e di più (in primis biancheria della mia taglia che in Italia non esiste o esiste in colori da nonne all’ospizio, mentre qui è un tripudio di robe colorate e neanche sempre sintetiche, e soprattutto tutto fitta), ma anche per gli amicici a casa, e per tutte quelle persone a cui devi (o vuoi) portare un regalino dall’Ammerica e non sai cosa comprare. Diciamo che Walmart o lo capisci o no, di questo mi sono accorta nell’ultimo viaggio: tre del gruppo si sono un po’ dissociati, mentre gli altri con me ci siamo tuffati a pesce. Poi chiedendo agli insoddisfatti ho avuto più o meno risposte del tipo volevo comprare qualcosa di “tipico americano”, tipo un portachiavi da portare ai colleghi. Questo mi è chiaro, cioè capisco che il portachiavi da New York o la palla dei New York Yankees a un collega faccia sempre piacere. Il portachiavi del New Jersey (se uno non è un fan di Springsteen), del Connecticut o di Philadelphia, mah, vi dirò, secondo me era meglio stare su Walmart e sfruculiarne i meandri, la mia idea è che il collega si pone grosse domande, sulla palla da baseball dei cosi di Albany.
Anyway, io sono io, loro sono loro, e queste sono le cose che mi piace comprare da Walmart per amicici, parenti, colleghi e vicini, tenendo presente che per me un megastore così è quanto di più tipico si possa trovare in America. Ed è enorme, non c’è un solo settore per caramelle e dolciumi, ce ne sono interi reparti, per capirci.
walmart2m
 
Per bambini, nipotini, cuginetti, figliolanze infantili varie: tutto. Seriously, TUTTO. C’è tutto, e non costa niente: magliettine di supereroi e fatine a 5 dollàri, giocattoli, giocattoli e ancora giocattoli, calzini, vestitini di ogni, scaffali scaffali scaffali. Compra tutto compra.
 
Colleghe e vicine: le colleghe le sistemi con piantine finte di vario tipo con scritte diverse, da tenere sulla scrivania, biro e matite di fogge strane, e interi bancali di post-it di ogni forma e dimensione e decorazione umanamente pensata, dai gattini ai funghi atomici; se siete in confidenza (e siete donne), smalti di ogni tipo in colori e texture non ancora reperibili da questo lato dell’Oceano nonchè limette per unghie con sopra il mondo, alla fine vi salva sempre: è gradito a tutte e costano pochi cents; se sono più rockenrolle, bandanne e fasce per capelli coloratissime e con stampe qui introvabili; se sono più casalinghe, mega reparti di cose per cucina a disposizione, dagli strofinacci con scritte americane (così son contente) alle etichette per le conserve, e poi ci sono ricettari e presine, bicchierini per dosatori, fazzoletti, più mille cosine per decorare i dolci che in Italia non si trovano o costano molto di più, e poi ancora saponette ciccissime, dolciumi e frivolezze varie.
 
Ci sono due mega reparti, e quando dico mega intendo che non avete idea, di cose per il decoupage, per arts and crafts e sta ceppa: fogli da ritagliare, scatole, scatolette, scatoline, stoffa e stoffine, colle colorata, lustrini, adesivi DI OGNI COSA e per ogni superficie, insomma, il mondo.
 
Persone più anziane: qui sto un po’ sul generico non avendo il caso particolare, ma ci sono interi reparti di dolciumi, cioccolatini, cose più o meno dietetiche, oppure tè e caffè con aromi particolari, e non sempre cose da poracci, anzi. Forse la scatola di dolciumi vi parrà banale ma risolve sempre, e qua la pagate dieci dollàri in meno che in aeroporto mentre vi affannate all’ultimo minuto a finire i regali, quindi c’è sempre il suo bel perchè. Io personalmente vado anche su biro di strane fogge per fare le parole crociate, fazzoletti (gli anziani li usano ancora, in genere), piccole pochette, e mignon di liquori. Non è che si spreca la fantasia, ma almeno non è il “portachiavi tipico del Connecticut” dai.
 
Poi.
 
Per me, oltre alla suddetta biancheria, ho preso:
 
due confezioni di pasta da torta colorata (una turchese e una arancione) che sperimenterò a breve
 
burri cacai
 
una camicia da boscaiolo in vera flanella a scacchi rossi e neri che mi era rimasta sul gozzo dal 2014 e che sognavo da quando c’era la pubblicità della lavatrice Zoppas coi boscaioli che cantavano “Taglialegna noi siaaaaaam” sulle note di Sette spose per sette fratelli
 
magliette di Star Wars
 
adesivi per decorare i regali e le confezioni come se piovesse
 
orecchini e fasce per capelli rockenrolle
 
aspirina americana (la compro sempre perchè qui la tengono in simpatiche scatolette plastificate che ti puoi portare in giro in borzetta, non come quelle italiche che ti si spetiscia la confezione dopo due minuti, con la pasticca persa per sempre nei meandri della borzetta)
 
tre cose che sono ancora nella valigia avvolte nella carta e che non mi ricordo assolutamente cosa siano ma so che dovevo assolutamente averle.
Chiaro no?
 
insomma, a me Walmart mi piace. C’è andata pure Beyoncè, dai!
Beyonce-Surprises-Walmart-Customers-6a
Devo provare anche Michael’s mi dice la Pape, è una specie di Viridea all’ennesima potenza, ma forse non ne uscirei viva.
W l’America!

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...