Home » Open all night » Humans of New York @humansofny #WelcomeRefugees

Humans of New York @humansofny #WelcomeRefugees

http://www.humansofnewyork.com/

“Questi anni in Turchia sono stati i più duri quattro anni della mia vita. All’inizio, quando siamo arrivati dalla Siria, non potevamo comunicare con nessuno. Non avevo amici. Se volevamo comprare un uovo, al negozio dovevamo imitare il suono della gallina. Ho pagato per tutto quello che c’è in questa casa lavorando come interprete per una NGO. Abbiamo cominciato da zero e da sola ho aiutato la mia famiglia ad arrivare a 6, e sono molto fiera di questo. Ma senza una cittadinanza non possiamo andare più avanti di così. Non posso ottenere un diploma, e non posso fare nessun altro lavoro. La Turchia ha accettato molti rifugiati, e dobbiamo essere grati per questo. E la gente all’inizio era gentile con noi. I nostri vicini ci hanno portato riso e altre cose da mangiare. Ma poi sono arrivati altri rifugiati. E poi ancora degli altri. E a un certo punto è cambiato tutto. Adesso la gente ci grida contro nelle strade, ci gridano che dobbiamo andarcene. Ma non abbiamo nessun posto dove andare. Recentemente un uomo ha cominciato a mandarmi messaggi su FB, dicendomi: “Fuori! Ve ne dovete andare!” Non lo conoscevo nemmeno! perchè io? perchè ha scelto me?

Abbiamo dovuto cambiare casa 4 volte perchè il padrone ha deciso a un certo punto che non voleva più tenere Arabi. Sono stata investita da una macchina. Mia sorella a scuola è stata colpita, ha perso due denti e ora da un occhio non vede più tanto bene. E’ davvero dura essere un rifugiato, perchè ci incolpano per qualsiasi cosa. Ci incolpano per la disoccupazione, per il traffico, per il crimine. Dicono che siamo il motivo per qualsiasi cosa che va male. E se un giorno la guerra arrivasse qui in Turchia, saremo i primi a morire. Perchè direbbero che è nostra, la colpa”.

Aya

HONY

https://www.facebook.com/humansofnewyork/photos/a.102107073196735.4429.102099916530784/1148509938556438/?type=3&fref=nf

(8/11) “My years in Turkey have been the hardest four years of my life. When we first arrived from Syria, we couldn’t communicate with anyone. I had no friends. If we wanted an egg from the store, we had to make chicken sounds. I paid for everything in this apartment by working as an interpreter for an NGO. We started at a zero and I built us up to a six, all by myself, and I’m very proud of that. But we can go no further without citizenship. I can’t get a degree. I can’t work any other job. Turkey has taken many refugees and we should be thankful for that. And the people here were nice to us at first. Our neighbors brought us rice and food. But then more refugees came. And more. And then everything changed. Now people shout at us in the streets. They tell us to leave. But we have nowhere to go. A man recently started sending me messages on Facebook, saying: ‘Get out!’ I didn’t even know him! Why me? Why did he choose me? We’ve had to switch apartments four times because our landlord decided that Arabic people are no longer allowed. I’ve been hit by a car. My sister got hit in the face at school and lost two teeth, and now her vision is bad in one eye. Being a refugee is really hard. They blame us for everything. They blame us for no jobs. For crowded streets. For crime. They say that we are the reason for everything bad. And if war ever comes to Turkey, we’ll be the first to die. Because they’ll blame us for that too.”

————————————————————-

As of now, 2.5% of the HONY community has signed the petition supporting Aya’s appeal for American resettlement. It would only take 6% of the community to reach a million signatures. Please consider adding your voice:

http://www.change.org/friendsofaya

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...