Home » Open all night » via Carlotta Ludovica Passerini

via Carlotta Ludovica Passerini

mezzanino

Oggi sono tornata dalla Stazione fra le lacrime. Fa davvero male questa situazione. Fa male vedere che per motivi incomprensibili sia stato chiuso il Mezzanino, senza alcun tipo di preavviso. Fa davvero male che nessuno si interessi realmente della situazione, che nessuno faccia qualcosa di costruttivo. Grazie alla chiusura del Mezzanino, transennato, centinaia di persone ora sono sotto i portici di Centrale. Molti hanno dormito lì, e a me fa male davvero vedere donne e bambini dormire sul pavimento freddo dove poco prima hanno camminato pure dei topi. Mi fa male vedere che soltanto un assessore, Pierfrancesco Majorino, ha dato un aiuto reale. L’unico che si sia messo i guanti e abbia distribuito cibo e gettato i rifiuti ieri sera, per umanità, e non perché ci fossero telecamere. Anche l’assessore Marco Granelli è passato ieri sera e ha fatto aprire un altro centro per trecento persone. Peccato che i migranti non si fidino più di noi, che ogni giorno gli diciamo che verranno portati nei centri e nei centri non c’è più posto. Non si fidano a vedere uniformi, perché hanno paura delle impronte. Perché nessuno e ripeto nessuno di loro vuole stare qui in Italia. E visto come si affrontano qui le situazioni anche io non voglio più rimanere in questo Paese, come non voglio più rimanere in Europa, un’Europa tanto brava a parole, ma mai nei fatti. Un’Europa che non fa niente se non chiudere i confini. A me fa star davvero male vedere mamme con bambini, ragazze e ragazzi e uomini qui da giorni che non possono partire. Mi fa star male vedere una famiglia truffata da un trafficante, senza nemmeno un euro, cacciata stamattina da un centro perché dopo otto giorni lì non potevano più stare, anche se avevano bambini con loro. Mi fa male dire di non partire perché tanto li respingono. Mi fa male sapere che moltissimi vengono picchiati dalla polizia e che un signore è in carcere, arrestato. Un signore siriano da anni in Italia che ha l’unica colpa di essere andato a prendere il nipote in Austria, nipote profugo siriano. Mi fa male vedere signore che hanno lo stesso intimo da giorni e che devono dormire per strada, senza possibilità di fare una doccia e di avere un briciolo di dignità. Mi fa male vedere persone respinte più volte che devono raggiungere la Germania, la Svezia e non sanno come fare. Mi fa male vedere che la comunità eritrea e la comunità araba non stanno facendo assolutamente niente di concreto. Mi fa male vedere ragazzi della mia età semplicemente nati nella parte sbagliata del mondo, che non hanno le mie opportunità. Perché io sì e loro no? Cosa hanno fatto di male? Mi fa male vedere la gente che passa schifata, la cui unica preoccupazione è scegliere in quale ristorante fighetto consumare la cena. Mi fa male vedere un’Italia ignorante che segue quell’illetterato qualunquista di Salvini, che fino a pochi anni fa odiava i meridionali, e che ora per convenienza odia gli immigrati. E mi fa ancora più male vedere che molti lo seguono, perché finché c’è in giro un pazzo isolato (chiedo scusa ai pazzi per averlo associato a loro) la situazione si può contenere, ma con una mandria di ignoranti diventa difficile farlo. Mi fa male sapere che per molti le parole ‘clandestino’, ‘immigrato’, ‘profugo’ e ‘richiedente asilo’ abbiano lo stesso significato. Ma compratevi un dizionario, bestie! Mi fa male vedere donne e uomini stremati che non ce la fanno più. E nemmeno io ce la faccio più in questa situazione. Siate umani, perché non lo siete. Non criticate chi se la prende con i profughi e non elogiate chi li aiuta, perché così non fate nulla. Aiutateli anche voi. Siate davvero umani. Non è possibile essere in pochi a soffrire per queste cose. Non è possibile che solo poche persone siano sensibili e gli altri no. Vi mettete a piangere davanti a un cagnolino abbandonato, e davanti a paesi abbandonati e dilaniati dalla dittatura no. Tanto che ve ne frega. Questa Italia mi ha profondamente delusa.

E un GRAZIE dal profondo del cuore a tutti i cittadini che ci hanno portato cibo e vestiti. Grazie a Caterina Volonté e a Sara Pirone. Grazie a Erna Lorenzini per le uova sode andate a ruba e per il sostegno. Grazie al pensionato che vedendo i bimbi ha donato loro dei soldi per comprare vestiti adeguati, ha sacrificato la sua pensione per loro con un’offerta generosa. Meno male che ci sono persone così. Grazie a Shady Hamadi per averci aiutato con la mediazione. Grazie davvero a tutti quelli che sono passati e si sono fermati ad aiutare o a far la spesa per noi. Grazie al signore che ha comprato un bancale di acqua e uno di crackers. Grazie alle panetterie che ci stanno donando il pane a chiusura del negozio. Grazie alla Conad di Stazione Centrale che ci regala il cibo non venduto la sera. Grazie alla guardie e alla polizia della stazione che ci aiutano da tempo.

Ma il GRAZIE più grande va a loro, ai profughi che mi fanno capire ogni giorno quali siano i veri valori. Va a tutti quei bambini che non perdono la forza di sorridere, nonostante tutto. Va a tutti i siriani che mi scrivono ancora dalla Germania, Olanda e Svezia. Va al siriano che ho conosciuto oggi, ventiduenne come me, che vuole andare in Olanda a proseguire i suoi studi, sui diritti umani, per il suo popolo. Va ai ragazzi che ieri notte vedendoci stanchi morti hanno ballato la Dabkaeh in Stazione.
E va a tutti quelli che non ce l’hanno fatta. Facciamo qualcosa per loro, per salvaguardare la loro memoria.

Spero che tanti riescano a leggere le mie parole e che possano servire a qualcosa, per lo meno a capire quale sia la situazione reale. E spero che molti si rendano conto che queste persone sono nostri fratelli. Spero che chi si dice cristiano capisca che questi sono i nostri fratelli da aiutare, e se sei leghista o razzista, non sei cristiano, anche se porti la tua croce al collo. Spero davvero che queste parole riescano a smuovere qualcosa e qualcuno. Purtroppo è l’unica cosa che posso fare nel mio piccolo. Ma se qualche giornalista è interessato a sentire la vera storia del mio anno in Centrale io sono qui, mi contatti.

Grazie a tutti, dal profondo del mio cuore.

Carlotta Ludovica Passerini

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...