e-volution

skorea

Oggi affrontiamo in spigliatezza e velocità una piaga sociale che mi crea irritazione, in genere virando pericolosamente verso il desiderio di percuotere con una certa violenza l’amico/amica che vi indulge: stare a guardarsi lo smartphone mentre si è fuori per una serata, o in generale mentre si è in compagnia, e lasciare l’amico/amica con cui si aveva appuntamento con due alternative simpaticissime: passare la serata a guardare la tua testa china sul tuo telefonino, o tirare fuori il proprio e leggere di notizie e vite altrui lontane lontane.

E aggiungo pure un codicillo: se si è over 30, non lo sopporto proprio. Al di sotto di questa soglia, resistance is futile, sono cresciuti così, non è compito mio educarli, non ci provo neanche, cazzi delle future generazioni.

Ma se hai più di trent’anni, sei nato e cresciuto in epoche in cui il social era il muretto, la compagnia del quartiere, il campetto da calcio, l’oratorio, la scuola, fare le vasche dopo la scuola, la squadra di pallavolo. Quindi ti ricordi il senso di stare naso a naso con delle persone che hai pure scelto come amiche, trallaltro.

E se hai la mia età, e quindi oramai oltre i 40 senza possibilità di ritrovare la strada di ritorno verso i trenta, e sei schiavo dei social cosi, il fatto mi crea un senso di fastidio che sconfina verso l’incazzatura globale. Non avendo più vent’anni, non ci sono più serate folli, spaccarsi abbestia, fare nottate a parlare ridere e scherzare, casino a oltranza. Se sei oltre i 40, quando riesci a ritagliarti una serata o un pomeriggio con amici, dovresti voler stare con quegli amici, dovresti voler sentire come stanno, come va, che succede nelle loro vite. Dovresti semplicemente aver voglia di guardarli in faccia, goderti la loro compagnia, parlare e ridere. Devo onestamente dire che quasi nessuno dei miei amici in realtà è schiavo dello smartphone, quando si fanno uscite il telefonino non arriva quasi mai sul tavolo di fianco ai cocktail, al massimo ci si butta un’occhiata veloce per vedere se genitori/figli/colleghi ci hanno cercato, oppure si cerca una foto o un link che si voleva far vedere agli altri se c’è un richiamo a qualcosa di cui si sta parlando.

Però osservo spesso coppie e compagnie di amici in giro, e c’è sempre qualcuno che ignora bellamente gli altri con il naso sul proprio cellulare. E’ chiaro che ci sono circostanze diverse per momenti diversi, capisco che ci sono momenti in cui hai davvero voglia di vedere che succede nell’altro mondo, quello virtuale così vicino e così lontano. Ma io sto parlando di uscite con gli amici, dopo che hai avuto ore a disposizione per vederti le notizie su Fb, non è quindi necessario rinverdirle invece di considerare chi ti sta accanto. E se anche non hai avuto tempo per guardarle prima, madonna ma che sarà mai successo se aspetti altre due ore per saperlo? Quale stato imperdibile avrai mancato di piacciare? quale frase arguta senti di dover lasciare al mondo di Facebook per quelle due tre ore prima che venga inglobata dal nulla?

Comunque per me non è solo grave il fatto che si preferiscano le persone lontane a chi hai davanti in quel momento, in quella serata: è grave che non venga neanche più considerato un gesto maleducato, il farlo. Tempo fa avevo un amico che vedevo tre quattro volte l’anno, non abitavamo vicini, dunque per me il senso di organizzare la serata fra i vari impegni reciproci, farsi la strada, e poi trovarmelo davanti tutta la sera mentre digitava sulla tastiera era paragonabile al Seme della follia, o forse di Dumb and Dumber: sei scemo. Non è normale passare minuti che diventano mezz’ore a fissare uno schermo mentre sei con persone con cui hai organizzato per uscire, mica ti hanno obbligato. E mica si limitava a scorrere le notizie, ehn, che già sarebbe grave ma insomma magari cerca argomenti di conversazione: no, stava proprio a cambiarsi gli stati, a commentare con altri, a pubblicare roba. Ma tu sei scemo, dai.

E poi c’è pure il codicillo B1, che è ancora più sintomatico del disagio vero: quelli che passano la serata fuori a scrivere sul cello quanto si stanno divertendo. Qua secondo me siamo proprio a un passo prima del ricovero psichiatrico a fare i puzzle di Paperino e dell’Allegro Trenino Ciuf Ciuf, se non fosse che c’è pure il peggio del peggio: quelli che il giorno dopo ti chiedono Ah ma ieri sei uscita? strano, non l’ho visto su FB. Perchè se non succede lì mica sta accadendo davvero, no?

Dai, io ve lo dico: non va bene. Fa cafone, fa scemo, fa pirla, e fa anche testa di minchia trascurare l’amico o la cumpa o la ragazza per lo smartphone. Dopo non lamentatevi se c’avete l’esistenza sputtanata come l’on demand quando si disconnette proditoriamende dall’internet.

Annunci

2 thoughts on “e-volution

  1. è una riflessione che facevo giusto oggi.
    Io non sono contro la tecnologia, anzi. Quando sono in giro da sola mi si trova spesso con il naso attaccato allo schermo del cellulare. Però, come dici tu, c’è un tempo per ogni cosa. Se sono in compagnia lo smartphone me lo dimentico, com’è giusto che sia.
    Ed è per questo che mi accorgo con sconcerto, stupore e molto fastidio che non per tutti è così.
    Prendiamo l’esempio che ha iniziato la mia riflessione: mia madre. Donna che settimana prossima fa i 60, che il computer non lo sa manco accendere, che del cellulare conosce il minimo indispensabile. Eppure da quando le hanno fatto conoscere whatsapp e facebook è come se fosse diventata un’altra persona. Ci vediamo a malapena un’ora a settimana, e lei passa il tempo con la testa china a rispondere a messaggi o a mostrarmi video “che devo assolutamente vedere”.
    Mi fa tristezza scoprire che uno strumento come internet – che io uso piacevolmente tutti i giorni – abbia il potere di cambiare in questo modo le persone.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...